TAPPA 22: MOLA DI BARI – MONOPOLI

LA GRANDE BELLEZZA (DEL SUD)

IMG-20180519-WA0013

IMG-20180518-WA0004

Relive ‘Francigena 4 tappa’

DATA:  19 maggio 2018 VELOCITA’ MEDIA: 19,5 km/h
PARTENZA: Mola di Bari TEMPO DI VIAGGIO: 1h. 32′
ARRIVO: Monopoli METEO SUL PERCORSO: Sereno
DISTANZA (KM): 27,0 TEMP.(°C): 20-21
NOTE
 Dopo le solite libagioni del pranzo, si riparte da Mola di Bari, mentre il cielo grigio pian piano lascia spazio ai colori della bella giornata. Da qui a Monopoli sono solo 27 chilometri, ma abbiamo pianificato un break nella rinomata localita’ di Polignano. Al’ingresso in paese ci viene incontro Domenico Modugno – vabbe’, il suo monumento – e Nico non perde l’occasione di rimarcare le proprie doti artistiche, posando accanto a Mister Volare.
Ancora qualche centinaio di metri e, dopo esserci inoltrati negli stretti vicoli di questo meraviglioso, antico insediamento marino, ci affacciamo da un parapetto per ammirare il celeberrimo ristorante di Grotta Palazzese, scavato nella roccia, a strapiombo sul mare blu. Sfortunatamente il posto e’ ampiamente fuori budget e quindi non resta che sbirciare da lontano, mentre e’ in corso un ricevimento di matrimonio di facoltosi sposi statunitensi. Mentre siamo li’, fraternizziamo con i componenti dalla banda “Vagabond”, che ci onorano di una foto con loro.
Il GPS di Luca ha una predilezione per le tangenziali, e così, ormai nei sobborghi di Monopoli, tra Tir strombazzanti e gestacci degli automobilisti, ci facciamo qualche altro minuto adrenalico. Ma vale la pena, perche’ la prima uscita disponibile ci mette di fronte al capannone che ospita la produzione dei velivoli “Black-Shape”, dove lavora Nicolino, amico ed ex allievo di volo di Luca. Interessante la visita alla fabbrica, che presenta il meglio della tecnologia aerospaziale – da notare che il biposto e’ costruito in carbonio pre-impregnato, curato in un imponente autoclave.
Ancora una mezzoretta di pedalata e giungiamo alla sistemazione notturna, il B&B “La Cattedrale”. Veniamo accolti dai proprietari che ci accompagnano al garage dove ricoveriamo i nostri mezzi per la notte.
Il tempo di una veloce doccia e arriva la grande gioia di rivedere il collega Ivano Scolti, di qui originario, che ci preleva per la cena. Con il percorso del gambero, torniamo a Polignano, e piu’ precisamente il ristorante “Cala Ponte”, proprio sulla spiaggia, dove i miei amici commensali giustiziano metri cubi di crudo, bagnandolo – ormai e’ tradizione – con del pregiato rosso regionale.
L’estensore di queste note e’ stanco e, dopo cena, vorrebbe filare in hotel per scrivere i report delle tappe giornaliere, ma la maggioranza propende per una visita alla splendida Monopoli, con annesso tuffo nella spumeggiante movida. Grazie allo splendido padrone di casa Ivano, riusciamo in pochi minuti a visitare gli angoli piu’ suggestivi e assumere quel po’ di alcol necessario al rapido addormentamento – ce ne fosse bisogno. La luna all’ultimo quarto, incorniciata tra i marmorei palazzi del centro ci saluta per la notte, mentre varchiamo l’ingresso del B&B. E’ l’una passata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *